Stai progettando o ristrutturando il tuo bagno?
Un ambiente di piccole dimensioni può esprimere bellezza e accoglienza se tieni presente due aspetti fondamentali:

  • Sfruttare al meglio gli spazi
  • Farlo sembrare più ampio

La corretta scelta delle piastrelle ti può aiutare a raggiungere il risultato che desideri.

In questa guida ti daremo suggerimenti pratici e di immediata realizzazione che ti guideranno alla scelta delle piastrelle per ottenere il tuo piccolo bagno perfetto!

Che si tratti di un secondo bagno, un bagno per gli ospiti o un bagno di servizio, c’è sempre la possibilità di optare per soluzioni che lo valorizzino e rendano bello e funzionale.

Scegliere le piastrelle adatte all’ambiente è il primo passo da compiere quando abbiamo in mentre di progettare o ristrutturare il bagno. Esistono infinite varietà di piastrelle, per dimensione, colori e resa, ma quando abbiamo a disposizione ambienti piuttosto piccoli, esistono poche regole generali da rispettare le piastrelle affinché diano un ampio respiro all’ambiente e lo facciano diventare visivamente più ampio.

INDICE

  • Che dimensione delle piastrelle devo scegliere per un bagno piccolo?
  • Rivestimenti di un bagno piccolo: che colore scegliere?
  • Come posare le piastrelle in un bagno piccolo?
  • Idee arredamento per un bagno piccolo.

Che dimensione delle piastrelle devo scegliere per un bagno piccolo?

Esistono numerose scuole di pensiero che riguardano la scelta delle piastrelle per un bagno di piccole dimensioni.
Le piastrelle in grande formato sono perfette per questo scopo: contribuiscono allargare visivamente gli spazi e danno l’impressione di volumi maggiori, soprattutto se vengono posate con fughe di 2-3 mm.

Le piastrelle però non devono essere di dimensioni eccessive rispetto alle proporzioni del bagno, altrimenti si rischierebbero antiestetici tagli.

I formati che ti consigliamo sono 60×60, 15,6×60 e 30×60. Scegliere di usare piastrelle molto piccole rischierebbe di far sembrare la superficie del bagno come una griglia ricca di fughe e stuccature.

Un’altra soluzione è utilizzare piastrelle di formati differenti. Ad esempio possiamo usare grandi formati per la zona doccia, in opposizione a piastrelle più piccole o inserti di mosaico sulle superfici.

Se opti per la scelta di piastrelle tridimensionali, come le piastrelle della collezione OPUS o ANTIGA utilizzali per una porzione limitata mixandoli alle piastrelle lisce.

Rivestimenti di un bagno piccolo: che colore scegliere?

I colori chiari, si sa, riflettono la luce e danno l’impressione che gli ambienti siano grandi e ariosi.

I colori da preferire per i bagni piccoli sono i colori chiari dal bianco, (sia ottico che caldo) al sabbia, beige.

Se però cerchi un effetto scenografico puoi puntare su colori scuri e arredi chiari a contrasto.

Per non cadere in soluzioni banali e dare personalità al tuo bagno, puoi scegliere di utilizzare decori tono su tono che arricchiscono e impreziosiscono l’ambiente.

Se invece dei colori ami gli effetti di ispirazione urban effetto cemento, puoi optare per le varianti chiare della collezione FIOR DI SALE, soprattutto se scelto nella variante BIANCA, è perfetto per ricreare ambientazioni moderne e di tendenza, sia utilizzato su pavimenti che superfici.

Che pavimenti scegliere per un bagno piccolo?

Le piastrelle in gres porcellanato rappresentano la scelta più pratica e versatile per i pavimenti del bagno. Sono molto resistenti e durature nel tempo, inoltre non assorbono i liquidi e non hanno problematiche legate all’umidità dell’ambiente.

Preferire il gres porcellanato è una scelta pratica, facile da igienizzare e che dura nel tempo, è tra le superfici più facili da pulire e da mantenere belle come appena installate.

Il gres porcellanato è una superficie estremamente compatta e priva di pori, che la rende un ambiente inospitale per muffe, germi e batteri, in più l’elevata resistenza alle macchie la rende perfetta per un ambiente come il bagno, che deve essere sempre un ambiente sicuro e igienizzato.

Il gres è molto versatile, capace di riprodurre ogni tipo di finitura, le più apprezzate, anche negli ambienti più piccoli, sono quelle che riproducono l’effetto legno e la pietra naturale.

Il gres porcellanato effetto legno (come quello della collezione RESORT), grazie alle dimensioni delle sue piastrelle effetto doghe, rettangolari e allungate, donano profondità alla stanza e sono ideali in bagni di piccole dimensioni. Potresti disporre le piastrelle in modo sfalsato per far sembrare l’ambiente più lungo e abbinarli a rivestimenti chiari e neutri o con colori a contrasto.

Anche l’effetto pietra, più neutro e d’ispirazione naturale, offre una soluzione moderna e di tendenza per il tuo bagno. Puoi optare per la collezione URBAN stone inspired, che riproduce fedelmente le caratteristiche venature e sfumature della pietra naturale, abbinandola a colori forti ed accessi, per un bagno d’ispirazione 70’s.

Come posare le piastrelle in un bagno piccolo?

Tra i trucchi ottici per rendere un bagno piccolo visivamente più grande lo schema di posa delle piastrelle è un valido alleato.

Sia che si scelgano i listoni in gres porcellanato o le piastrelle quadrate, la posa diagonale delle piastrelle, è la soluzione da preferire. Il bagno beneficerà dell’allargamento percettivo dello spazio e si potranno mascherare fuori squadro, nicchie ed eventuali ostacoli. L’uso dei listoni in diagonale è assai versatile perché si adatta sia in contesti moderni che classici.

Idee arredamento per un bagno piccolo.

Ecco 7 consigli pratici per arredare un bagno dalle dimensioni contenute:

  1. Utilizza specchi dalle dimensioni generose, anche a tutta parete; danno un senso di profondità e allargano otticamente le superfici;
  2. Usa la giusta illuminazione. Sfrutta la luce naturale, non usare tende per coprirla. Se l’ambiente lo consente, usa dei led a tutta altezza e preoccuparti di illuminare bene a zona lavandino;
  3. Prediligi la doccia alla vasca. Quest’ultima ha bisogno di più spazio per la posa;
  4. Piuttosto che mobili, sfrutta le pareti con nicchie, mensole e arredo minimalista;
  5. Nascondi lavatrice e asciugatrice in mobili realizzati ad hoc (puoi anche impilarle), per esaltare il design del bagno.
  6. Se hai problemi di profondità, puoi optare anche per la rubinetteria decentrata sul lavabo;
  7. Pochi oggetti, ma di carattere (come sedute, lampade, attaccapanni) l’effetto sarà molto particolare, caratterizzato da oggetti ricercati.
Erminia Fazzolari

Author Erminia Fazzolari

More posts by Erminia Fazzolari