Skip to main content

Sono le 10 di mattina di un giorno lavorativo di fine settembre e l’auto di Rita, ricca di adesivi che ricordano le sue imprese atletiche, è già parcheggiata davanti alla sede di Ceramica Mediterranea a Guspini

Rita Cuccuru è in mensa, luogo che abbiamo adibito all’incontro di oggi, tra lei e tutto il personale di produzione. Una piccola festa, per ringraziarla dell’impegno e la passione dimostrata nelle settimane a Tokyo, dove ha rappresentato l’Italia alle Paralimpiadi nella categoria triathlon.

Incontrare Rita è un regalo che facciamo sopratutto a noi, perché ascoltare le sue parole e condividere con lei i racconti della sua vita, è sempre un piacere e uno spunto di riflessione.

Tutto il personale ha avuto modo di scambiare qualche chiacchiera (anche in dialetto sardo) con lei, sempre disponibile e loquace.

“Ho avuto sempre il sogno di partecipare alle Paralimpiadi, ma avevo bisogno di sostegno, perché io, come tutti voi ho un lavoro dal quale ho dovuto assentarmi per dedicarmi a 360° alla preparazione atletica
Poi nella vita si ha la fortuna di fare gli incontri giusti, ed io ho incontrato Claudia e Bernhard, che mi hanno permesso di realizzare il mio sogno.”

Sono queste le parole di ringraziamento di Rita, che ci rendono orgogliosi di averla sostenuta nella realizzazione dei suoi desideri. Supportarla è stato un modo per conoscere lei, il suo vissuto, la sua disciplina e il mondo delle Paralimpiadi.

Rita ci ha insegnato a cambiare prospettiva nel guardare le cose. – dice Claudia Virvescu Mazohl  – Mesi fa, abbiamo ricevuto una mail da Rita che si presentava e spiegava la sua aspirazione e il progetto di vita che avrebbe voluto intraprendere. Sono rimasta veramente colpita dalla vitalità che traspariva da quelle parole e dopo pochi giorni ci siamo incontrate a Sassuolo. C’è stata subito una grande connessione mentale, un rapporto di fiducia reciproca. Sono davvero colpita dalla forza e dalla tenacia di questa straordinaria atleta.

Siamo riusciti anche a realizzare un piccolo sogno di Rita, vedere per la prima volta la produzione industriale di gres porcellanato.
La materia prima ricavata dalle cave poco distanti viene lavorata tramite un processo di macinazione a secco per ottenere il gres porcellanato che possiamo ammirare nelle nostre collezioni.

Questa esperienza ci ha permesso di conosce una grande atleta e meravigliosa donna. Continueremo a seguirla e supportarla con entusiasmo, in tutti i suoi prossimi traguardi.

Erminia Fazzolari

Author Erminia Fazzolari

More posts by Erminia Fazzolari