Skip to main content

Stai progettando di ristrutturare l tua casa in campagna?
Questo articolo ti sarà sicuramente utile!

La primavera non è lontana, e la voglia di trascorrere weekend all’aperto con amici e conoscenti si fa sempre più viva, dopo il periodo invernale.

Ristrutturare una casa (o casale) in campagna, fornisce però, numerosi interrogativi: come mantenere lo stile originale? Devo usare gli stessi materiali? Ci sono delle normative da rispettare? Come ristrutturare l’interno e gli spazi esterni in modo funzionale ma belli?

Rispondiamo a tutto!

INDICE

  • Tipologie di case in campagna
  • Tipologie di intervento: restauro o conservazione?
  • Agevolazioni fiscali case in campagna
  • Materiali e colori: guida alla scelta

Tipologie di case in campagna

Cascina, casale, masseria e casolare. Sono questi i tipi di case in campagna più diffusi in Italia e si differenziano per:

Cascina: è un edificio in muratura tipico della campagna con abitazioni per le famiglie degli agricoltori e ambienti per gli animali o gli strumenti di lavoro con cortili e piccole costruzioni annesse. Questo tipo di struttura, nel sud Italia, viene denominato anche Masseria.

Casale: Grande edificio della campagna toscana e romana spesso antico e fortificato, con ambienti di lavoro al piano inferiore e abitazioni al piano superiore.

Casolare: non è vincolato a una particolare area geografica e sorge sempre in posizione isolata, in campagna, ma anche in collina o in montagna.

Tipologie di intervento: restauro o conservazione?

Quando si decide di intervenire su una costruzione, sia essa di campagna o meno, esistono due modalità principali di intervento, regolate dal Testo Unico sull’Edilizia  380/2001 articolo 3.

Restauro e risanamento conservativo

Il restauro – o risanamento conservativonon altera le caratteristiche strutturali dell’edificio, deve conservare le funzionalità e la struttura dell’edificio rispettando gli elementi esistenti.

Puoi dunque abbellire e ammodernare il tuo casale, ma non puoi modificare la sua fisionomia originaria (ci si limita ad un consolidamento, ad un rifacimento della pavimentazione, degli impianti o simili interventi).

Ristrutturazione edilizia

La ristrutturazione edilizia,  non pone vincoli alla tua libertà di scelta: puoi modificare l’edificio, effettuare ampliamenti, demolizioni o cambiare la destinazione d’uso.

È importante valutare anche se la tua casa in campagna sia soggetta a vincoli monumentali, paesaggistici o culturali, in questo caso, per poter effettuare degli interventi è necessaria l’autorizzazione del Ministero dei Beni Culturali.

Agevolazioni fiscali case in campagna.

Per effettuare un intervento su una casa in campagna, puoi avere diritto a diverse agevolazioni fiscali, in relazione alla tipologia di intervento che intendi effettuare (restauro o ristrutturazione). In generale questi sono i principali bonus ai quali potresti avere accesso:

  • ecobonus: detrazione fino al 65% dei lavori di efficientamento energetico.
  • bonus ristrutturazioni: detrazione del 50% su ristrutturazioni edilizie, restauri e risanamenti conservativi (fino al 2024);
  • sisma bonus (per le proprietà costruite in zone sismiche): detrazione fino all’85% dei lavori di adeguamento antisismico;

Scelta di pavimenti e superfici per la ristrutturazione di una casa in campagna.

Le piastrelle in gres porcellanato rappresentano la scelta più pratica e versatile per i pavimenti di una casa in campagna, sopratutto quando non è possibile conservare i pavimenti in pietra, che sono tipici delle strutture rurali italiane.

La scelta dei pavimenti in ceramica è la più adatta, soprattutto perchè è possibile variare tra molte finiture, decori e colori, come le collezioni di Ceramica Mediterranea.

Le piastrelle in gres porcellanato sono molto resistenti e durature nel tempo, inoltre non assorbono i liquidi e non hanno problematiche legate all’umidità dell’ambiente.

Preferire il gres porcellanato è una scelta pratica e facile da igienizzare (soprattutto in ambienti attigui a spazi esterni talvolta polverosi), è tra le superfici più facili da pulire e da mantenere belle come appena installate.

Il gres porcellanato è una superficie estremamente compatta e priva di pori, che la rende un ambiente inospitale per muffe, germi e batteri, in più gode di un’elevata resistenza alle macchie.

Per i pavimenti via libera all’effetto cotto naturale, effetto marmo o pietra.

Se i pavimenti della casa in campagna non sono oggetto di ammodernamento, o solo in parte, è possibile mixare i materiali esistenti con inserti in ceramica, per rendere gli spazi curati e di design.

In particolare i dettagli tono su tono o con colori simili al contesto originario, rendono gradevole e caratteristico il progetto di restauro. (nelle foto in dettaglio alcuni esempi delle collezioni Abitzai).

Superfici in gres porcellanato

Oltre il pavimento, possiamo utilizzare il gres porcellanato per realizzare dettagli di superfici, come la cucina, piccole nicchie della zona giorno o il bagno, sempre in stile rustico e tradizionale.

Ristrutturare spazi esterni della casa in campagna

Nel dover intervenire sugli spazi esterni di una casa in campagna ci si può davvero sbizzarrire, perché spesso significa aver a che fare con spazi molto ampi e circondati dal verde.

Si può scegliere di creare una zona ristoro, con tavoli divani da esterno e spazio griglia, oppure una zona piscina o semplicemente una veranda o un porticato.
È importante, in questo caso, scegliere piastrelle in gres porcellanato resistenti e antiscivolo, come le collezioni presentate nel nostro catalogo OUTDOOR 2CM.
Se vuoi approfondire l’argomento sulla scelta di pavimenti per terrazzi ed esterni, leggi il nostro articolo!
Erminia Fazzolari

Author Erminia Fazzolari

More posts by Erminia Fazzolari