Skip to main content

L’attenzione all’ambiente e alla sostenibilità di Ceramica Mediterranea si rispecchia in ogni fase del processo di produzione e di lavorazione dei prodotti.

Ceramica Mediterranea è l’unico produttore italiano di grès porcellanato a Km 0, realizzato esclusivamente con materie prime estratte e lavorate in Sardegna da manodopera locale.

Le materie prime – sabbie, argille, minerali e feldspati – selezionate ad altissima qualità sono estratte esclusivamente in loco e ci permettono di ottenere un prodotto molto resistente con un carico di rottura superiore alla media.

Fedeli alla nostra identità, progettiamo il futuro partendo dalla terra che ci ospita.

Produzione sostenibile

La produzione a km 0 segue i principi di economia circolare, partendo dalla estrazione della materia prima fino al prodotto finito.

Oltre ad offrire numerose collezioni moderne, innovative e al passo con i tempi, siamo concentrati sulla salvaguardia del pianeta per le nostre generazioni future.

Ci guidano nel nostro percorso le 6R della sostenibilità:

  • Rispettiamo
  • Ricicliamo
  • Riduciamo
  • Risparmiamo
  • Riutilizziamo
  • Ridiamo vita

Ph. Studio Vetroblu

MATERIE PRIME LOCALI

Utilizzo al 100% di materie prime locali con produzione a Km0.
Le materie prime utilizzate provengono tutte da cave della Sardegna.

L’estrazione dei materiali viene eseguita responsabilmente, in pieno rispetto delle cava e gli spazi verdi circostanti, garantendo il ripristino della vegetazione.

ENERGIA RINNOVABILE

L’impianto produttivo alimentato da pannelli fotovoltaici
genera energia pulita e garantisce una produzione
a basso impatto ambientale.

RISPARMIO IDRICO

La produzione è stata potenziata con un mulino di macinazione a secco pensato e realizzato per ridurre al minimo il consumo d’acqua in ogni sua fase. In più, vengono recuperate tutte le acque di lavorazione dalle fasi produttive e riutilizzate nel ciclo produttivo

ABBATTIMENTO EMISSIONI

Gli interventi realizzati con gli impianti
di recupero calore evitano l’emissione
di migliaia di tonnellate di CO2,
equivalenti a una foresta di 27.500 alberi.

RECUPERO SCARTI

La lavorazione a secco permette di ridare vita ai materiali cotti e crudi scartati dalla produzione, abbattendo i costi di smaltimento e risparmiando sull’uso di materie prime.

Erminia Fazzolari

Author Erminia Fazzolari

More posts by Erminia Fazzolari