Skip to main content

Si è da poco concluso il Cersaie 2022:  Salone internazionale della ceramica per l’architettura ormai alla 39° edizione.

Le aree espositive del Cersaie sono state:

  • Ceramica
  • Arredamento dello spazio bagno e wellness
  • Cucine
  • Outdoor
  • Illuminotecnica
  • Domotica

Le parole chiave dell’edizione 2022 sono state: sostenibilità, approvvigionamento delle materie prime ed energia, per quanto riguarda i temi cari agli operatori del settore. Per ciò che concerne le tendenze di stile della ceramica, dominano il tema della natura e del minimalismo.

Sostenibilità, materie prime ed energia

Questi temi, cari agli imprenditori del settore ceramico, ma anche al cliente oculato, che sceglie prodotti di qualità e sostenibili a livello ambientale e tecnologico.

E’ proprio a questo target che noi di Ceramica Mediterranea abbiamo sempre risposto ed è la nostra mission degli anni a venire.
La nostra offerta si basa esattamente su una produzione a KM0. Le materie prime del nostro gres porcellanato vengono estratte in Italia, a pochi km da Guspini, dove ha sede il reparto produttivo della nostra azienda. L’impatto sull’approvvigionamento delle materie, dovuto agli equilibri internazionali, prime è stato perciò meno sentito rispetto ai concorrenti che non usano sabbie non italiane.

Stiamo cercando, allo stesso modo, di trovare delle soluzioni green anche nell’autoproduzione di energia. Non solo cisterne per la raccolta di acque piovane, pannelli solari e riutilizzo dell’energia termica prodotta dai nostri forni. Negli ultimi mesi abbiamo studiato con Enel un progetto pluriennale per la produzione di energia green e la decarbonizzazione della produzione.

Novità nelle aree espositive Cersaie

Con i suoi 14 padiglioni espositivi, Cersaie è la fiera internazionale della ceramica più grande d’Italia e una delle più importanti al mondo.

E’ qui che si creano le tendenze e si fanno conoscere al pubblico. Ecco una breve overview dei trend emersi in questa edizione

Arredamento dello spazio bagno e wellness

I materiali selezionati negli stand sono legati sempre di più a temi inerenti la sostenibilità ambientale, dal riciclo delle materie prime ad una produzione con minore CO2.
In alcuni padiglioni abbiamo visto il ritorno al bagno vintage o retrò, specialmente nelle linee eleganti e ricercate o nelle geometrie pulite.
I modelli vintage sono però mixati con elementi moderni, sopratutto alle tecnologie attuali che consentono un risparmi idrico ed energetico.
Negli accessori è lo stile liberty che la fa da padrone, elegante e sofisticato.

Ceramica per cucine

Che sia una piccola cucina, un angolo cottura o la cucina di un ristorante, le esigenze di quest’area sono le stelle:estetica, praticità e sicurezza.

La ricerca di aspetti  naturale e sostenibile, pervade anche questo ambiente: linee minimal e colori naturali. Lo stile Zen, altamente concettuale e minimalista è uno dei più ricercati: open space, tanta luce e pochi mobili sono la nuova tendenza per la cucina e gli spazi living.

Tra le cucine di ispirazione rustica e country, la scelta ricade su piastrelle in ceramica grezza o in gres porcellanato che riproduce tale effetto.

Le cucine classiche  puntano invece su un’estetica senza tempo. Sono progettate partendo dalla ricerca di materiali tradizionali come la ceramica, per poi inserirvi elementi moderni legati alla domotica con elettrodomestici high tech.

Le cucine piccole prediligono rigorosamente piastrelle in ceramica dal colore chiaro per ingrandire otticamente l’ambiente, con soluzioni di continuità con gli altri spazi della casa,

Outdoor

Lo stile minimalista impera anche nelle aree outdoor: design semplice e materiali sostenibili e naturali.
Tessuti, mobili e suppellettili sono morbidi e smussati, in linea con elementi naturali, siamo essi utilizzati per salottini esterni o girdini.Per quanto riguarda i tavoli da esterno si prediligono nella versione bassa e poco ingombrante. Particolari e di design è la loro accezione in ceramica.

Illuminotecnica e Domotica

Nel campo dell’ illuminotecnica sono in trend le lampade led (attenzione al risparmio energetico) e i grandi punti luce da soffitto, che creano atmosfere eleganti e ricercate.

La domotica al Cersaie 2022, è sinonimo di elettrodomestici smart che ben dialogano coni dispositivi di  intelligenza artificiale più diffusi.  L’impatto della domotica nelle case aumenterà negli anni a venire, aiutando le persone nella semplificazione dei compito quotidiani  come cucinare e pulire casa.

Lo stand Ceramica Mediterranea

Hall 25 Stand B135 è stata questa la nostra casa per 5 giorni della fiera, dal 26 al 30 settembre. Un nuovo spazio espositivo, ideato e creato dall’ing. Stefano Isola e Claudia Virvescu Mazohl, business development.

Perfettamente in linea con le tendenze legate alla sostenibilità e al design che si ispira agli elementi naturali, da sempre stato il mood Ceramica Mediterranea.
Lo stand è stato progettato con l’intento di immergere il visitatore in un contesto naturale e di design. La Sardegna è onnipresente, non solo con il prodotto in gres porcellanato, ma anche tramite oggettistica, arredi classici e arredi  di design in gres porcellanato.
I 3 lati sono enfatizzati da ingressi creati con 3 porticati in legno e caratterizzati da un pavimento in erba sintetica e ghiaia  dove il path presentava le piastrelle di grande spessore 20 mm, uno dei prodotti di punta Ceramica Mediterranea.
Abbiamo esposto tutte le offerte di prodotto Mediterranea e della linea couture Abitzai. La nuova collezione TESSIRI, ispirata all’artigianato sardo, sarà presto disponibile.

La collezione raffigura allegre composizioni grafiche e geometriche di uccelli e temi floreali tipici degli arazzi. I motivi, parzialmente visibili, riflettono la fugacità del tempo che consuma in modo sempre diverso il disegno, dove le linee si intersecano formando orditi e trame inconsuete, così come i fili delle tessiture.

Erminia Fazzolari

Author Erminia Fazzolari

More posts by Erminia Fazzolari